Responsive image

Solofra, il reparto Ortopedia del "Landolfi" a rischio chiusura o ridimensionamento

Il piano ospedaliero regionale potrebbe determinare la soppressione o la riduzione del posti letto del reparto di ortopedia del "Landolfi" di Solofra. Non c'è ancora l'ufficialità ma le voci e le indiscrezioni sono sempre più insistenti. Cresce perciò la preoccupazione perché, in base al decreto della Regione Campania n. 29 del 19 aprile 2018, si rischia la perdita di 8 posti letto con conseguenti e gravi disagi per i cittadini che sarebbero costretti a rivolgersi al pronto soccorso del "Moscati" di Avellino che sta già vivendo una fase d'emergenza dovuta alla carenza di posti letto che ha determinato un congestionamento dei pazienti nella varie sale mediche. Addirittura circola l'indiscrezione che si stia valutando anche la possibilità di un drastico ridimensionamento a soli 8 posti letto. La chiusura totale o parziale del reparto di ortopedia rappresenterebbe un chiaro impoverimento dell'assistenza all'interno del nosocomio conciario. Il sindaco di Solofra, Michele Vignola, non ci sta ed è pronto anche alle barricate per evitare quest'ipotesi: "Mi batterò con tutte le forze per evitare la chiusura del reparto di ortopedia che, grazie alle professionalità in campo, rappresenta un'eccellenza del Landolfi ed un punto di riferimento per migliaia di cittadini, non solo irpini, ma anche salernitani e napoletani". È alto il livello di attenzione sul "Landolfi" che è finito anche al centro della denuncia sui social da parte di Massimo Passaro de "I cittadini in Movimento". Solofra è pronta a mobilitarsi per evitare il peggio e difendere  ed assicurare la giusta assistenza ai cittadini.