Responsive image

Sardegna, sul latte intesa pastori-industriali. Si punta ad un euro a litro

Ora c'è un accordo: dai 72 centesimi ai 74. E così l’intesa sul prezzo del latte sembra riportare in Sardegna finalmente un po’ di pace. Dopo settimane di proteste, blocchi stradali e cisterne svuotate e incendiate, nelle campagne si tenta di riportare la situazione alla normalità. A Sassari gli industriali del pecorino e i rappresentanti dei pastori hanno firmato l’accordo sull’acconto per i conferimenti a partire dal mese di marzo. E poi c'è la promessa: giungere ad un euro a litro grazie alle compensazioni pubbliche e all’aumento dei prezzi. Per l’annata in corso il sistema di pagamento sarà uguale tra cooperative e industrie private. Da aprile, però, è prevista una verifica mensile dei prezzi dei formaggi Dop, ai quali sarà adeguato il prezzo di acconto del latte. Saranno ridefinite delle quote di latte per ogni tipo di formaggio e si darà la possibilità ai pastori di vendere il proprio latte anche a diverse strutture di trasformazione.