Responsive image

Russo risolleva l'Avellino: prima vittoria in campionato per i lupi

Un tap-in dell'ex Russo condanna l'ACR Messina e regala il primo successo stagionale all'Avellino.

LA CRONACA - Taurino rimodella l'assetto tattico. Difesa a quattro con Ricciardi e Auriletto sulle corsie esterne e la coppia centrale Aya-Moretti. A centrocampo Casarini, Franco e Dall'Oglio mentre Ceccarelli e Russo agiscono alle spalle di Trotta. I biancoverdi sono contratti in avvio e si scuotono al 18' quando Dall'Oglio crossa per Ceccarelli, sponda per la testa di Trotta, che Daga respinge. Un giro di lancette e ancora il portiere dell'ACR Messina si erge a protagonista allontanando il fendente di Russo con i piedi. Al 22' l'Avellino passa: punizione dal vertice sinistro dell'area, Dall'Oglio disegna una perfetta traiettoria a giro che fulmina Daga. Sulle ali del vantaggio, la squadra di Taurno insiste con il positivo Ceccarelli che innesca Russo che di testa divora il raddoppio. Un errore fatale che il Messina punisce al 28' quando dal limite dell'area Catania scarica un bolide all'incrocio dei pali firmando il pareggio siciliano. L'Avellino accusa il colpo mentre la squadra di Auteri prende coraggio, mantiene il pallino del gioco, è veloce nelle ripartenze e sfiora il ribaltone sempre con Catania, che al 35' lascia sul posto Ricciardi ma è impreciso nella sassata di sinistro che sorvola il montante. Dopo l'intervallo Matera subentra ad uno spento Franco. L'Avellino ha un piglio diverso ma al 49' è imprecisa con la semigirata di Ceccarelli alle stelle. I lupi spingono ma non passano. Taurino inserisce allora Kanoute e Garetto al posto di Ceccarelli e Dall'Oglio. Al 65' biancoverdi di nuovo avanti: Daga respinge corto un tiro di Trotta, Russo è più lesto di tutti ed insacca non esultando per rispetto della sua ex squadra. Il vantaggio è meritato, l'ACR Messina cerca di reagire ma è sterile. Nel finale Filì viene espulso per un fallaccio su Gambale. L'Avellino rompe il ghiaccio e vince la prima vittoria in campionato.