Responsive image

Pics, la verità dell'ex Giunta Ciampi

L'ex giunta Ciampi, che ha retto le sorti del Comune di Avellino fino al 24 novembre scorso, dichiara la propria soddisfazione in merito alla firma del provvedimento di delega per l'attuazione del “Programma integrato città sostenibile” prevista per martedì prossimo in Regione Campania. "Vogliamo però ricordare, prima di tutto a noi stessi e poi ai tanti, troppi smemorati, che senza il nostro impegno costante, oggi questo risultato non sarebbe stato mai raggiunto - si legge in un comunicato stampa -. Prima del nostro insediamento, infatti, c'era soltanto un elenco delle buone intenzioni ma nulla di pratico e di concreto. Una mera elencazione approvata nel “Documento di orientamento strategico”, del tutto inutile senza atti successivi. La prima cosa che ha fatto l'amministrazione Ciampi, appena insediatasi, è stata la delibera di adesione al Pics. Senza la delibera, tutto sarebbe rimasto lettera morta. Successivamente sono stati approvati 15 progetti preliminari, per un ammontare di ben 18 milioni. Possiamo ben dire, dunque, che i Pics sono stati salvati dalla giunta Ciampi che si è messa al lavoro da subito, senza indugi e senza perdere tempo. La sinergia costante tra l'ufficio Europa e l'assessorato all'Urbanistica ed ai Lavori Pubblici ha consentito di velocizzare tutte le procedure, con la nomina dei Rup e l'approvazione dei progetti in tempi record. Di non secondaria importanza il lavoro svolto anche dall'assessorato alle Attività Produttive. Infine occorre ricordare che, nella delibera di adesione al Pics, era stato inserito anche un cronoprogamma che prevedeva l'apertura dei cantieri già nel 2018: ciò avrebbe consentito di ottenere una premialità pari al 6% dell'importo complessivo di 18 milioni. Insomma, era stato previsto tutto nei minimi particolari, il lavoro svolto dalla giunta Ciampi è stato impeccabile".