Responsive image

Olio non tracciabile: scatta il sequestro di cinque fusti

I Carabinieri delle Stazioni Forestali di Lacedonia e Volturara Irpina, insieme ai colleghi della Stazione di Aquilonia, nel corso di un controllo ad un frantoio hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro cinque fusti in acciaio contenenti circa 250 litri di olio. I responsabili dell’opificio non sono stati in grado di fornire alcuna documentazione utilr a dimostrare la provenienza delle olive impiegate per la produzione, i militari hanno proceduto sia al sequestro, per la successiva confisca e distruzione, sia a contestare la sanzione di 1500 euro prevista per la violazione della normativa sulla rintracciabilità degli alimenti.