Responsive image
Condividi

Montemarano, perde soldi al gioco e simula una rapina

Per nascondere al proprio nucleo familiare una somma di denaro perso al gioco, ha pensato di fingersi vittima di una rapina, ma è stato scoperto e denunciato per simulazione di reato dai Carabinieri della Compagnia di Montella.

Qualcbe giorno fa, l’uomo, originario di Avellino, ha raccontato in modo concitato ai Carabinieri della Stazione di Montemarano che due persone a volto coperto l'avevano minacciato e gli avevano sottratto il portafoglio contenente 350 euro per poi dileguarsi a bordo di un’Audi di colore nero.

I Carabinieri hanno avviato le indagini per dare un volto ai responsabili della rapina ma, durante l'attività condotta unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo Radiomobile, passando al setaccio i filmati acquisiti da numerosi impianti di videosorveglianza, sono emersi alcuni elementi sufficienti a generare dubbi sulla veridicità di quanto denunciato.

L’indagine si è diretta perciò su due piste parallele, una sempre tendente a ricercare i malviventi, mentre l’altra a quel punto orientata ad accertare la fondatezza dei fatti denunciati.

Proprio questo secondo filone ha condotto i Carabinieri in un locale pubblico dove l’uomo aveva trascorso buona parte di quella serata, intento a giocare alle slot-machine. Alla luce delle incongruenze emerse nel corso delle indagini, l'uomo ha dovuto ammettere di aver inscenato la rapina al fine di nascondere l’ammanco di denaro, perso al gioco, ai propri familiari e perciò è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.