Responsive image

Lampo di Micovschi, l'Avellino resiste e sbanca Viterbo

Un lampo di Micovschi illumina l'Avellino che stringe i denti e sbanca Viterbo.

LA PARTITA - Capuano rilancia Alfageme e schiera Laezza sulla corsia destra, al posto dell'infortunato Celjak. Al primo affondo i lupi passano: recupero di Alfageme che aziona Micovschi, che entra in area, salta Attanasio e scarica il sinistro alle spalle di Vitali. L'Avellino sfiora il raddoppio con una punizione di Di Paolantonio che Vitali blocca in due tempi. La Viterbese soffre e rischia di essere infilata dalla transizione di Charpentier che al 13' è imprendibile nella sua scorribanda sulla fascia destra ma difetta solo in precisione nel traversone per Micovschi, fermato da un difensore laziale proprio sul più bello. I padroni di casa si scuotono al 24' con Volpe che si fionda in area, viene murato da Tonti e sulla respinta spedisce il pallone sull'esterno della rete. Al 28' Capuano perde Zullo ed Alfageme ed inserisce Rossetti e Karic. La sfortuna continua a perseguitare la compagine irpina che, cinque minuti dopo, è costretta al terzo cambio con l'ingresso di Njie al posto dell'infortunato Laezza. L'Avellino è meno fluida e sbanda al 41' sull'incursione di Errico che serve un cross al bacio per Antezza che sbaglia clamorosamente a due passi da Tonti.

Sono più determinati gli uomini di Calabro dopo l'intervallo. Al 55' Volpe è perentorio nello stacco di testa, Tonti sbaglia l'uscita ma la traversa lo grazia. L'Avellino si chiude a riccio e difende a denti stretti il vantaggio perché, dopo aver esaurito i cambi, si infortuna anche Morero che stoicamente resta in campo. La Viterbese attacca a testa bassa e va vicino al pareggio all'86' con una paurosa mischia in area. All'ultimo assalto, il colpo di testa di Atanasov si spegne tra i guanti di Tonti. L'Avellino torna a vincere in trasferta e si allontana dalla zona rossa.