La tua pubblicità qui? Contattaci!

Responsive image

La Sidigas Avellino fa la festa all'Happy Casa Brindisi

Sidigas infinita. Il team di Vucinic sbanca Brindisi e conquista la quarta vittoria di fila zittendo il patron biancazzurro Marino ed i tifosi pugliesi, che a fine gara cercano il contatto con gli Original Fans ma vengono allontanati a fatica dagli steward. La partenza lanciata dei biancoverdi produce lo strappo sul 4-12 al 4’ ma l’Happy Casa si rimette in carreggiata grazie a Banks e Chappell che chiude il parziale di 7-0 per il 18-16 a favore dei padroni di casa. La Sidigas torna a macinare punti con Sykes e D’Ercole e si rilancia sul 23-29 ma le troppe palle perse degli irpini permettono a Brindisi di ricucire subito il gap con un break di 8-0 e soprattutto di chiudere il primo tempo sopra di 3 sul 39-36. Avellino riparte forte dopo l’intervallo e rimette di nuovo la freccia ma Banks si carica sulle spalle l’Happy Casa e segna da ogni posizione. I brindisini salgono sul 51-47 ma ci pensa Green con 13 punti consecutivi a ribaltare l’inerzia del confronto. Sykes spara dall’arco per il 57-60 al 32’, Zanelli risponde sul fronte opposto, lo segue a ruota il solito Banks per il 65-62 del 35’. Avellino non demorde e si riporta di nuovo avanti con un mini-break di 0-4, costruito da Filloy e Sykes per il 65-66. A 42 secondi Nichols realizza due liberi, Filloy ne sbaglia uno e viene subito punito dalla bomba di Banks per il 68-69. Ad undici secondi dalla sirena Nichols mette dentro un solo libero mentre l’Happy Casa spreca la tripla con Banks e sbatte contro il muro biancoverde. La Sidigas vince per 68-70, Brindisi è al tappeto. Marino muto come un pesce. Canta la Scandone, cantano gli Original Fans ed il popolo biancoverde.