Responsive image

Juniores Calcio Avellino eliminata ai quarti, Musa: "Complimenti a Rocco ed ai suoi ragazzi"

Si è chiusa ai quarti di finale la corsa della Juniores del Calcio Avellino verso lo scudetto di categoria. I lupacchiotti sono stati eliminati dall'Aprilia che si è qualificata per la semifinale.  Un risultato comunque eccezionale per la squadra di Dario Rocco, vincitrice del campionato (girone L) con 2 giornate di anticipo. I lupacchiotti si sono distinti quest’anno per gli eccellenti numeri in campo e per la professionalità con cui hanno affrontato la stagione, in un proficuo rapporto di crescita e di interscambio con la prima squadra. 

“Voglio fare i più sinceri complimenti alla Juniores Nazionale, a Dario Rocco e a tutto il suo staff per lo splendido percorso di quest’anno – dichiara il direttore sportivo Carlo Musa, presente alla gara di Aprilia – hanno vinto il campionato e sono arrivati fino alle prime 8 società d’Italia. Un risultato eccellente, che acquisisce ancora più valore se si considera che la squadra è stata assemblata in pochissimo tempo e che era composta da tanti ragazzi sotto età. Loro rappresentano il futuro dell’Avellino”. 

“Il direttore Musa mi chiese, all’inizio di quest’avventura, di costruire una Juniores che fosse stata in grado di comportarsi bene sui campi e di rappresentare al meglio la maglia e la società che rappresentavamo” dice mister Dario Rocco,  che prosegue: “il direttore mi ha dato carta bianca, è stata una grande opportunità per tutti noi, abbiamo lavorato tantissimo ma sono arrivate anche gratificazioni importanti, che ci ripagano di tutti i sacrifici fatti”.

Il mister prosegue con i ringraziamenti al suo staff: “non posso non menzionare il nostro dirigente Antonio Moscaritolo, Gerardo Izzo, Angelo Siciliano ed Angelo D’Alessio. Ringrazio i ragazzi che hanno deciso di accompagnarmi in quest’avventura, molti venivano da campionati giovanili di squadre di A e B. Tutti insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro, andando addirittura oltre gli obiettivi di inizio stagione”.

“Ci teniamo stretti questo risultato – conclude mister Rocco –. Con il senno di poi si poteva forse fare qualcosa in più ma essere arrivati tra le prime 8 partendo da un bacino di 200 squadre è un traguardo che ci riempie d’orgoglio. Siamo usciti contro una squadra molto matura, con diversi elementi classe 2000 già abituati a questo tipo di competizione”.