Responsive image

Giornata morti sul lavoro Anmil, Vassiliadis (Ugl): "La prevenzione parta dalle scuole"

"La sicurezza nei luoghi di lavoro è un diritto imprescindibile, parte integrante della nostra cultura. Sia una priorità all’interno dell’agenda politica".

Così Costantinos Vassiliadis, segretario provinciale dell'Ugl Avellino, in occasione della 71esima edizione della giornata Anmil per le Vittime degli incidenti sul lavoro.

"Dall'inizio dell'anno fino a fine agosto sono morte più di tre persone al giorno sul posto di lavoro: in totale 772  decessi - precisa il sindacalista riferendosi ai dati diffusi dall'Inail - Numeri davvero agghiaccianti e, purtroppo, sempre più in crescita. Proprio ieri, nel beneventano, ha perso la vita un 28enne. Ormai è divenuta una situazione inaccettabile".

"La speranza è tutta racchiusa in una riforma pronta a garantire una maggiore efficienza ed efficacia degli interventi in materia da parte di tutti gli organi preposti".

"Alla sicurezza va poi accostata la parola prevenzione. È necessario prevedere programmi di formazione volti a rafforzare la cultura della sicurezza a cominciare proprio dalle scuole".

" La nostra attenzione su questo tema sarà sempre alta - conclude -. Da anni abbiamo avviato la campagna ‘Lavorare per vivere’ che ha  l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sul dramma delle morti sul lavoro. Diciamo basta a queste stragi silenziose".