Responsive image

Financial Times: "WhatsApp aveva una grave falla di sicurezza": la proprietà conferma lo scoop

WhatsApp, la piattaforma di proprietà di Facebook, conferma lo scoop del Financial Times: nella app di messaggistica instantanea più usata al mondo c'era una falla che ha permesso a un hacker non meglio identificato (ma sulla cui identità ci sono sospetti) di installare uno spyware e accedere così ai contenuti dei dispositivi. Non si è trattato di un attacco su larga scala, assicurano gli esperti di sicurezza di WhatsApp, anche se ancora non si conoscerebbe il numero degli utenti interessati: le vittime sono state selezionate metodicamente. Insomma, gli hacker avevano degli obiettivi mirati. 

Il 'bug' che apriva la porta alle manomissioni sarebbe stato rilevato dallo staff solo pochi giorni fa e comunque risolto. Il colosso si è quindi affrettato a invitare i suoi  clienti (1 miliardo e mezzo di persone) ad aggiornare l'app all'ultima versione.