La tua pubblicità qui? Contattaci!

Responsive image

Coronavirus, i Concessionari Automotive Campane donano 50mila euro alla Regione Campania.

C'è anche la concessionaria Citroen Auto Motor Service di Avellino tra le 35 aziende del settore automotive della Campania che hanno raccolto e donato 50mila euro alla Regione Campania per fronteggiare l'emergenza Covid-19.

"Si dice che i campani abbiano il cuore grande, e a conti fatti, pare sia così.
Da un gruppo WhatsApp, il 10 marzo, è nata un’idea: far fronte comune al nemico che da oltre un mese sta affliggendo la Campania e l’Italia: il virus Covid-19.
Così gli imprenditori, colleghi e amici del settore automotive della nostra regione decidono di dare una mano concreta e raccogliere una cifra da destinare in beneficenza. Perché ora più che mai, c’è bisogno di unità. E di soluzioni.
Ed eccone una: più di 35 aziende coinvolte e oltre 50.000 € donati alla Regione Campania per aiutarla a prendersi cura dei cittadini e arginare il virus.
Inizialmente si è pensato di non pubblicizzare la cosa, di concludere tutto con i fatti e con la donazione, come diceva Seneca: “chi ha fatto un beneficio taccia, lo dica chi lo ha ricevuto”.
Poi però l’idea è stata immediata: se vedendo o leggendo dell’iniziativa, tutti scegliessero di adottarla o di promuoverne una simile, in pochi giorni i fondi a disposizione della Regione si moltiplicherebbero e arriveremmo a raccogliere molto più denaro per far fronte all’emergenza.
Con questo augurio, la raccolta fondi dei Concessionari Automotive Campani è diventata oggetto di comunicazione. Perché ora, per superare le preoccupazioni personali, quelle legate alle proprie attività, all’aspetto economico, c’è bisogno di unione e di risorse economiche per supportare chi è al lavoro e in prima linea per tutti noi.
Oggi, a pochi giorni dall’iniziativa, tante aziende hanno collaborato alla causa, contribuendo a far crescere ancora di più la cifra. Si tratta di buonsenso, di unione, di comunità e un po’ anche della particolare sensibilità che da sempre ci contraddistingue.