Responsive image

Conte, ultimatum a Di Maio e Salvini: "Con l'Europa tratto io"

"Fate fare a me e a Tria", ha detto Conte ieri sera ai due vice che invece fanno di tutto per decidere loro come deve regolarsi l’Italia nella trattativa con l’Europa. Il presidente del Consiglio non ci sta a fare la parte del vaso di coccio e a rompere con Bruxelles, così nel primo vertice  dopo il voto a Palazzo Chigi con Salvini e Di Maio, chiede carta bianca facendo capire che le sue dimissioni sono tutt’altro che escluse: "A portare messaggi di guerra, chiedendo di sforare il 3% io non vado".