Responsive image

Caso Gregoretti, Salvini: "Non scappo, confido nella magistratura"

Matteo Salvini non ascolta il suo avvocato senatrice Giulia Bongiorno e vuole andare a processo. Lo dice e ripete al Senato: "Non scappo, non voglio scappare, confido nell'indipendenza e nella serenità della magistratura convinto di avere agiato nell'interesse del mio Paese, dei miei figli e degli italiani". Il leader leghista precisa che lui mai utilizzerebbe la via giudiziaria per combattere Renzi, Zingaretti, Conte o Di Maio, come invece starebbero facendo loro votando oggi in Senato a favore dall'autorizzazione a procedere nel caso Gregoretti. Ma Bongiorno in Aula consiglia a Salvini di non cedere alle provocazioni, di sottrarsi al processo perché "qui non è in discussione solo la sua persona e il ruolo svolto come ministro dell'Interno, ma la sorte della democrazia".