La tua pubblicità qui? Contattaci!

Responsive image

Calcio Avellino, vittoria a fatica contro l'Anzio

Una vittoria sofferta e sudata. Il Calcio Avellino vede le streghe contro l’Anzio, ultimo in classifica, ma nel finale rimonta e batte i laziali per 3-1. 

LA PARTITA – Bucaro presenta diverse novità rispetto alla gara di Albano laziale. Tra i pali si rivede Lagomarsini, sulla corsia destra torna Patrignani. Dionisi si sposta al centro, al fianco di Capitanio. Da Dalt gioca da interno di centrocampo, Ciotola largo a sinistra mentre Sforzini è il riferimento centrale dell’attacco. I padroni di casa sono pericolosi al 13’ ma Buono spreca un invitante cross di da Dalt con un debole colpo di testa. Un minuto dopo, un problema muscolare mette fuori gioco Ciotola, che lascia il posto a Matute. I lupi vanno vicino al gol al 19’ con Da Dalt che chiude una combinazione con Sforzini con un diagonale di sinistro, deviato in angolo da Rizzaro. Sul conseguente corner, Sfrozini svetta di testa ma non trova la porta per pochi centimetri. L’occasione più clamorosa capita però all’Anzio: al 26’ il sinistro di Pirazzi timbra il palo, Lagomarsini si salva. E’ clamoroso l’errore di Sforzini che al 35’ viene servito da Tribuzzi e spara su Labate, appostato sulla linea di porta. Ci prova Tribuzzi che al 38’ trova sulla sua strada la deviazione in angolo di Faiello. Dopo l’intervallo, Bucaro inserisce Omohonria e De Vena al posto di Patrignani e Sforzini ma la partita cambia direzione. Al 47’ l’Anzio sblocca il risultato con Florio che scatta sul filo del fuorigioco e batte Lagomarsini. I lupi reagiscono subito ma il colpo di testa di Dionisi viene allontanato sulla linea di porta. C’è frenesia e poca precisione nella manovra della compagine di Bucaro. Da Dalt viene murato, Rizzaro si distende al 67’ per disinnescare il sinistro di De Vena. L’Anzio spreca con Sterpone il colpo del ko e tiene in vita il Calcio Avellino che al 77’ si guadagna il calcio di rigore per l’atterramento di Parisi ad opera di Giordani. Dal dischetto De Vena trasforma con una botta centrale. I lupi spingono, Tribuzzi calcia a lato da ottima posizione ma si fa perdonare all’84’ con un preciso colpo di testa che si spegne nell’angolo basso alla destra di Rizzaro. Nel recupero il tris con Matute, che chiude una ripartenza di De Vena con un tiro radente. L’Anzio è ko, il Calcio Avellino resta a -5 dalla vetta. La rimonta dei lupi continua.   


Calcio Avellino: Lagomarsini; Patrignani (1’st Omohonria), Dionisi, Capitanio, Parisi; Buono (20’st Mentana), Di Paolantonio, Da Dalt; Tribuzzi, Sforzini (1’st De Vena), Ciotola (14’pt Matute). A disp: Viscovo, Morero, Mentana, De Vena, Rizzo, Falco, Omohnria, Saporito. All. Bucaro.

Anzio: Rizzaro; Arena (26’st Buongarzoni), Faiello, Papa, Giordani, Labate, Florio, Sterpone, Ludovisi (15’st Anello), Voltasio, Minunzio (5’pt Pirazzi). A disp: Trombetta, Fiacco, Di Magno, Costanzo, Anello, Prandelli, Santarelli. All. Bacci.

Arbitro: Morabito di Taurianova.

Assistenti: Basile e Benedetto di Crotone. 

Reti: 2’st Florio, 33’st De Vena (rig.), 39’st Tribuzzi, 46’st Matute.