Responsive image

Bernardotto crea, Pane conserva: l'Avellino sbanca anche Catanzaro

Bernardotto firma il blitz al "Ceravolo" e regala tre punti pesantissimi all'Avellino nello scontro diretto con il Catanzaro. 

LA PARTITA - Braglia, squalificato, deve rinunciare in extremis a Forte, bloccato da un fastidio alla schiena, e perciò presenta Pane tra i pali. C'è De Francesco a centrocampo mentre in attacco Fella gioca in tandem con Bernardotto. Stretto tra le linee, l'Avellino imbroglia la manovra del Catanzaro, raddoppia sistematicamente su Carlini e gioca con grande sicurezza. L'ottima organizzazione tattica dei lupi produce al 21' il gol al vantaggio: D'Angelo si infila in area di rigore e crossa radente, sul secondo palo irrompe Ciancio che innesca Bernardotto che sottomisura castiga Di Gennaro. Il Catanzaro non riesce ad alzare la velocità mentre la squadra biancoverde è compatta e concede le briciole ai giallorossi che sono nervosi e si scuotono solo in avvio di ripresa. Pane sale in cattedra prima respingendo con i piedi la rasoiata di Garufo e poi replica in tuffo sul colpo di testa di Curiale. Cresce la spinta della compagine di Calabro mentre i lupi non sono più propositivi. De Simone opera così un doppio cambio con l'ingresso di Maniero e Santaniello al posto di Bernardotto e Fella. Al 73' un pasticcio della difesa irpina regala una buona chance a Verna ma Pane è attento e blocca la conclusione sul primo palo. All'81' Miceli è ingenuo e rimedia il secondo cartellino giallo. Dossena subentra a Maniero. Rutella va in tilt e non espelle Scognamillo per un fallo a gioco fermo. Il match è sempre nervoso. Nel finale viene espulso anche Carlini. In contropiede, su assist di Santaniello, Adamo non trova la porta ma poco importa perché il triplice fischio di Rutella sancisce una vittoria di platino per l'Avellino, che conserva il.punto di vantaggio sul Bari ed allunga sul Catanzaro.