La tua pubblicità qui? Contattaci!

Responsive image

"Bene il Governo sul Servizio Civile Universale": il plauso delle Acli irpine all'Esecutivo

"Il Servizio Civile è una straordinaria opportunità  di crescita per i nostri giovani, un'occasione di formazione alla cittadinanza attiva e un'importante risorsa per il Paese che può così contare su utili esperienze di servizi di welfare e di tutela e sorveglianza dei siti ambientali e culturali. Accogliamo pertanto molto favorevolmente - dice il presidente delle ACLI Irpine Alfredo Cucciniello - l'annuncio del Ministro per le Poltiche giovanili Spadafora che ha parlato di un incremento di 200 milioni di euro in aggiunta agli interventi previsti per il 2021 e il 2022 a sostegno del Servizio Civile Universale, posto al centro degli interventi previsti grazie al Recovery Found.   

Si potranno soddisfare circa 50.000 richieste di giovani motivati e desiderosi di offrire un servizio utile al Paese- continua Cucciniello, già responsabile nazionale degli Enti di Servizio Civile- costituendo un'autentica risorsa anche nell'attuale emergenza sanitaria, economica, sociale ed universale con la quale dovremmo fare a lungo i conti".

"Qui ad Avellino - commenta Mariangela Perito, responsabile provinciale ACLI per il SCU - abbiamo avuto negli anni circa 100 giovani che si sono occupati di progetti inerenti la legalità, la pace e gli stili di vita, il benessere psicologico, l'immigrazione, l'agricoltura sociale, gli anziani, il turismo, lo sport, i diritti, il contrasto alle diseguaglianze e tanti altri temi di estrema attualità e rilevanza. I giovani, se bene indirizzati, guidati e motivati, possono essere una grande risorsa per il Terzo Settore e per tutta la Comunità;  le Associazioni divengono in questo senso palestre di vita, incubatori di esperienze e buone pratiche. Tanti giovani che sono passati alle ACLI, poi ci sono rimasti, mettendoci impegno e spirito di sacrificio hanno dato vita a startup territoriali ed innovative iniziative, tanti altri grazie a questa esperienza hanno trovato la loro strada, hanno avuto la possibilità di scegliere, tutti sicuramente  hanno lasciato alle  ACLI  un pezzetto di sè, portandosi dietro la consapevolezza di poter sempre ritornare in un posto che per molti è stata una "casa". Soprattutto nel periodo di vita attuale, il SCU può essere uno strumento per contrastare il crescente isolamento sociale e dare un aiuto concreto alle persone in difficoltà".