Responsive image

Basta Adamo: sofferta vittoria dell'Avellino contro la Cavese

Un acuto di Adamo in un derby brutto e noioso regala una sofferta vittoria all'Avellino contro la Cavese al giro di boa del campionato.

LA PARTITA - Braglia lancia subito l'ultimo acquisto Illanes, che forma con Miceli e Luigi Silvestri il terzetto difensivo. Santaniello gioca al fianco di Bernardotto in prima linea, panchina per Maniero e Fella. Al primo affondo, la squadra biancoverde passa: ripartenza di Bernardotto, tocco per Santaniello che allarga sul versante sinistro per Tito. Il cross è perfetto per Adamo che sfrutta uno svarione della difesa metelliana, controlla il pallone ed in diagonale castiga Russo. L'Avellino controlla il vantaggio, potrebbe raddoppiare con un colpo di testa di Miceli, oltre la traversa, ma si distrae al 23' sull'imbucata per Bubas. Forte è decisivo sul lob dell'attaccante della Cavese. Il match è povero di contenuti, l'Avellino si abbassa troppo e non riesce più ad innescare Bernardotto e Santaniello. La Cavese prende così fiducia ma non crea mai pericoli. Il copione non cambia dopo l'intervallo. La gara è noiosa, bisogna arrivare al 65' per annotare un'azione pericolosa dei lupi: Carriero, appena subentrato ad Adamo, ci prova dai 20 metri ma Russo respinge. Con l'ingresso di Maniero e Fella, Braglia spera di alzare l'intensità offensiva ma l'Avellino non punge e rischia grosso al 74' quando Germinale si presenta tutto solo davanti a Forte che salva il risultato respingendo la conclusione dell'aquilotto. La squadra biancoverde si scuote e va a bersaglio al 77' con D'Angelo ma la rete viene annullata per il netto fuorigioco di Fella. Si aprono ampi spazi nel finale, Russo devia in angolo il tiro di sinistro di Fella. Si soffre fino al tiraccio alle stelle di Germinale, l'Avellino vince ma con tanta sofferenza.