Responsive image

Avellino, tris alla Primavera del Napoli nella prima uscita stagionale

Tre squilli nella prima amichevole stagionale dell’Avellino contro la Primavera del Napoli ma la squadra biancoverde deve naturalmente ancora crescere e migliorare. 

In partenza Braglia ha schierato Forte tra i pali. Difesa a 4 con Ciancio e Mignanelli esterni e la coppia centrale Sbraga-Dossena. Mastalli, Matera e D'Angelo a centrocampo mentre De Francesco ha giocato alle spalle del tandem Maniero-Santaniello. Con le gambe ancora pesanti, la squadra biancoverde ha faticato nei primi minuti a trovare le giuste distanze in campo costruendo la prima occasione solo al 19' quando Ciancio ha crossato per Maniero che di testa non ha trovato la porta. Dopo aver rischiato in contropiede, i lupi hanno rotto l'equilibrio al 31' quando Matera ha verticalizzato per Maniero, il velo dell’ex pescarese ha aperto una corsia preferenziale per Mastalli che si è inserito alla perfezione ed ha battuto Pinto. Mastalli ha sfiorato poco dopo il raddoppio calciando a lato da ottima posizione. Al 35' girata leggermente larga di Santaniello. La Primavera del Napoli non è rimasta a guardare sfiorando in chiusura di primo tempo il pareggio prima con Ambrosino e Cioffi.

Dopo l’intervallo l’Avellino ha cambiato volto disponendosi con il 3-5-2. In porta Pane, protetto da Luigi Silvestri, Miceli e Scognamiglio. Larghi sulle fasce Rizzo e Tito mentre in mezzo al campo hanno giocato Capone, Marco Silvestri e Mastalli. In attacco spazio al tandem Bernardotto-Messina. Lupi subito pericolosi con un’accelerazione di Bernardotto che è stato però impreciso nella conclusione. Poche idee e tanti errori in casa biancoverde mentre il Napoli Primavera, sempre aggressivo e veloce, ha replicato con un tiro alto di Raffaele D’Angelo. Davanti ad un centinaio di tifosi, i biancoverdi sono apparsi poco brillanti e precisi ma hanno raddoppiato al 75’ con una rasoiata di De Francesco. Messina ha fallito il tris in due occasioni ma non ha sbagliato all’85’ sul perfetto traversone di De Francesco realizzando il 3-0 finale. Non hanno partecipato al test Aloi, fermato da noie muscolari, e Carriero, che ha subito un pestone nell'allenamento di ieri.

A fine gara una rappresentanza della Curva Sud si è confrontata con l'amministratore dell'Idc, Giovanni D'Agostino, ed il ds, Salvatore Di Somma manifestando la delusione ed il malcontento per il mancato saluto della squadra a fine gara. La tensione si è smorzata in un applauso finale, anche alla presenza di Maniero e compagni.