Responsive image

Avellino, intesa con Braglia e Di Somma: manca solo l'annuncio ufficiale

L'Avellino riparte da Di Somma e Braglia. Le conferme del direttore sportivo e dell'allenatore rappresentano la pietra angolare per la costruzione del nuovo Avellino e saranno ufficializzate entro il fine settimana con un comunicato della società biancoverde che molto probabilmente nella giornata di venerdì organizzerà anche una conferenza stampa. Ogni dubbio è stato dissipato, Braglia prolungherà il contratto con il club irpino. Le sue ambizioni si sposano con quelle della proprietà che vuole allestire una squadra da vertice accontentando le richieste del tecnico di Grosseto sui profili e sulle caratteristiche di nuovi interpreti da inserire nell'organico. C'è una visione comune a livello progettuale, il contatto diretto tra Braglia e D'Agostino nella Capitale è stato decisivo per chiudere l'accordo per un'altra stagione con l'allenatore toscano che vuole vincere in Irpinia nella consapevolezza che l'asticella sarà più alta rispetto alla scorsa stagione, a partire dalla competitività delle avversarie, almeno sulla carta. L'Avellino vuole lottare per vincere il campionato. Su questo non si discute. Mosse e strategie di mercato saranno compito di Di Somma che è pronto a rimodellare (senza rivoluzionare) e soprattutto a rinforzare la rosa con innesti di qualità, in linea con gli input di Braglia ed in base al budget che sarà messo a disposizione da D'Agostino. Il lavoro è già cominciato dopo la semifinale playoff persa contro il Padova. Cancellata la recente delusione, D'Agostino ha capito più che mai che per non disperdere il forte e dirompente entusiasmo dei tifosi, che si è creato negli ultimi mesi attorno alla squadra, serviranno certezze e idee chiare con l'obiettivo di riportare il lupo in serie B.